Albertini leghista d’imitazione[NOTE][/NOTE]

Un giorno da pecora l’ex sindaco di Milano e eurodeputato del Pdl ha dato prova della sua abilità di imitatore cimentandosi nella parodia di Umberto Bossi, con fazzoletto verde e sigaro tra le dita compresi. Rivolgendosi a uno dei conduttori come se fosse stato il leghista Salvini, Albertini-Senatùr ha scherzato: «Matteo, tu devi fare il vicesindaco di Milano con la delega alla sicurezza, con delega agli immigrati, così li teniamo sotto controllo...». E se vince Pisapia? «Colpa di Berlusconi, non della Lega». Ma poi Albertini è tornato nei suoi panni: «Io vicesindaco della Moratti? Deciderà il sindaco quando vincerà». Prima di abbandonarsi a un commento molto particolare proprio per Letizia. «È talmente sexy da scatenare un’ammirazione animalesca. Confesso che ho una sincera ammirazione per l’aspetto fisico della Moratti. È alta e altera. Ma io sono sposato, sia chiaro, la mia è un’ammirazione solo visiva...», s’è schermito alla fine Albertini.