Albertini tirerà la volata alla Moratti

Potrebbe fare il capolista di Fi per portare voti alla Cdl

Giannino della Frattina

Un’ipotesi da non escludere. Il sindaco, a quel punto quasi ex, candidato capolista nelle file di Forza Italia. A tirar la volata alla lady ministra Letizia Moratti e a far coraggio alle truppe della Casa delle libertà chiamate a una tornata elettorale che si potrebbe rivelare non troppo semplice. Nulla di sicuro. «Ci penserò», ha confessato Gabriele Albertini alla Prima serata di David Parenzo in onda ieri su Telelombardia. Certo il mezzo milione di preferenze incassate dal sindaco nell’ultima tornata fanno gola ai big di Fi che più volte lo hanno invitato a lanciar la volata.
Ma, nel frattempo, un altro appuntamento con le urne potrebbe interessare il sindaco. Che, ancora una volta, ventila la possibilità di andare a votare alle primarie del centrosinistra in programma domenica. «Lo farò prendere a calci», aveva tuonato Dario Fo. «Fotograferemo quelli con la faccia da centrodestra», ha rincarato la dose il segretario ds Franco Mirabelli. Minacce che non hanno, almeno per il momento, dissuaso Albertini dall’idea di andare a depositare il proprio voto. «Per Fo, ovviamente. Un uomo coerente. Platone voleva i filosofi al governo della città. Noi abbiamo un premio Nobel. Come lasciarci sfuggire l’occasione?». E così il sindaco confessa di essere già andato nel sito a vedere quale sarebbe il suo seggio. «Qual è? Non lo dico. Non vorrei fossero in troppi ad aspettarmi». Unico ostacolo il regolamento. «Per l’euro non c’è problema. E nemmeno per sottoscrivere il programma. In fondo si assomigliano un po’tutti. Promettono sempre aria pulita, meno traffico, più sicurezza e altre cose così».