Alberto cittadino del paese accanto

Sua Altezza Serenissima Alberto II, Principe di Monaco, a partire dal 12 gennaio potrà fregiarsi di un nuovo «titolo»: cittadino onorario di Ventimiglia. Una onorificenza, questa, che va oltre la cortesia del buon vicinato: tra Ventimiglia e Monaco praticamente c’è solo Mentone e nel corso dei secoli si sono sempre più intensificati i rapporti tra il territorio ventimigliese e quello del Principato. Una onorificenza dettata, in pratica, da interessi di carattere economico.
Insomma, nel motivare questo conferimento, il sindaco di Ventimiglia Gaetano Antonio Scullino non usa perifrasi: il suo è proprio un «grazie» al Principe Sovrano Ranieri III che, si legge nella nota del Comune di frontiera, «ha sviluppato una sensibile e innovativa programmazione di sviluppo e rilancio del territorio monegasco, garantendo in tal modo significative fonti occupazionali e di redditività a beneficio anche dei residenti della città di Ventimiglia».
Più chiari di così. Turismo, cultura, commercio, industria, terziario avanzanto. C’è di che stare bene per gli anni a venire, tanto più che - sottolinea sempre il sindaco - il rapporto Monaco-Ventimiglia è destinato ancora ad evolversi, garantendo alla città ligure un ruolo da protagonista nella creazione di un indotto italo-franco-monegasco.
La cerimonia di conferimento si svolgerà nella giornata di sabato 12 gennaio, con inizio alle ore 18, nel Teatro Comunale. Nella stessa serata (ore 21), Alberto II di Monaco sarà nella cattedrale Nostra Signora Assunta di Ventimiglia per la benedizione dell’organo e il concerto inaugurale.