Alberto Giacometti si ispirò alla ragazza dello scandalo Profumo

Alcuni bozzetti finora sconosciuti dello scultore svizzero Alberto Giacometti (1901-66) rivelano una sua fonte d’ispirazione: la showgirl Christine Keeler, la cui relazione con il ministro Tory John Profumo scosse la politica britannica portando alla fine del governo di Harold McMillan. Giacometti avrebbe preso ispirazione da una copia di «France Soir» del ’63 con la Keeler in prima pagina: su questa copia aveva poi disegnato vari studi di nudo di una donna molto somigliante alla protagonista dell’affaire Profumo.