AlbinoLeffe da favola Ora è solo al comando

In zona Cesarini l’ottava giornata di ritorno sconvolge la classifica. Proprio all’ultimo istante Peluso fa breccia nella difesa del Messina e regala all’Albinoleffe il primo posto; ad Ascoli poco prima Soncin aveva decretato la sconfitta del Pisa (rimasto in nove, rosso per Feussi e Gabbionetta). La squadra di Gustinetti non solo conferma ma rafforza le ambizioni di promozione, un risultato che sarebbe clamoroso. Intanto si gode il primato e l’undicesimo risultato utile consecutivo con un parziale di 20 punti nelle 8 partite del girone di ritorno. Il Bologna pareggia lo scontro diretto a Lecce, il tatticismo di centrocampo annulla la sfida fra i bomber Abbruscato-Tiribocchi e Marazzina-Bucchi, e il risultato nell’economia del sabato cadetto torna utile a entrambe le squadre. Occasione perduta dal Chievo, bloccato da un Rimini che ha giocato il secondo tempo in dieci e addirittura in nove l’ultimo quarto d’ora (espulsi Cristiano e Peccarisi). Si torna a sognare a Brescia, facile giustiziere del Cesena ultimo in classifica. Lombardi che entrano di potenza nel pieno della zona-play, pronti per la volatona finale.