Albinoleffe a Reggio con un occhio al derby

«Cinque punti sarebbero il massimo». Così Mondonico aveva auspicato alla vigilia del trittico terribile cui era atteso il suo Albinoleffe: Empoli, Reggina e Atalanta da affrontare in una settimana. Ad un terzo del cammino 3 punti sono già in cassaforte. Oggi a Reggio Calabria (ore 15, diretta Sky calcio3) c’è la possibilità di fare un altro passo in avanti per presentarsi al derby di sabato con la testa sgombra e il cuore caldo. Mondonico, prima di mettere piede sull’aereo che ha portato la squadra ieri pomeriggio da Orio al Serio alla città dello Stretto, ha stilato l’elenco dei convocati, ma non ha inteso parlare di formazione. Segno che, oltre ai soliti dubbi legati agli infortuni, il tecnico valuta attentamente chi è in grado di sostenere tre partite in pochi giorni, ma anche chi, vedi Sala, Hetemaj e Momentè si trova in diffida e per i quali un’ammonizione farebbe scattare automaticamente la squalifica con relativa assenza nell’incontro di sabato con l’Atalanta.
Mondonico ha spiegato: «Abbiamo alcuni giocatori che tornano da infortuni importanti, altri non hanno nelle gambe 2 partite in 3 giorni. Per il loro bene è meglio che stiano a casa ad allenarsi». E difatti Mingazzini, Garlini, Grossi e Torri seguiranno in tv la partita con i calabresi. Ha quindi aggiunto: «Affronteremo la Reggina, una delle grandi della categoria (quarto posto in classifica con 28 punti all’attivo contro i 18 della «Celeste») con il rispetto che merita, proprio come ci siamo comportati con l’Empoli. Nutriamo profondo rispetto per tutti i nostri avversari. Siamo una squadra duttile e cercheremo di mettere in difficoltà i calabresi, non siamo così presuntuosi da pensare di giocarcela alla pari».
A Reggio Calabria, intanto, dopo la battuta d’arresto a Varese, si medita un pronto riscatto. Anche se Atzori ha tenuto a mettere in guardia i suoi: «Quella bergamasca è una formazione da tenere d’occhio. Ha battuto l’Empoli, a Grosseto perdeva 3-0 e ha pareggiato 3-3. Sono i risultati che danno la benzina ed è dunque una gara che dobbiamo e vogliamo vincere, ma non sarà per nulla semplice. Le nostre motivazioni devono essere maggiori di quelle dei nostri avversari». L’allenatore, rispondendo alle domande su particolari strategie in vista della sfida alla Celeste, ha precisato: «Il contropiede è una soluzione, anche se non si sposa bene con la mia mentalità. Ma se questo ci potrebbe portare a vincere, allora metto da parte la mia mentalità». Quanto alla formazione, Atzori ha annunciato possibili novità, ma come al solito non ha voluto aggiungere altro.
Queste le probabili formazioni.
Reggina: Puggioni; Adejo, Cosenza, Acerbi; Colombo, Rizzo (Tedesco), Viola, Missiroli; Campagnacci, Adiyiah, Zizzari.
Albinoleffe: Tomasig; Luoni, Lebran, Bergamelli; Zenoni, Previtali, Passoni, Foglio, Piccinni; Cocco, Cissè.
Arbitra l’avvocato Filippo Merchiori, 32 anni, di Portomaggiore, che ha esordito in Serie bwin tre mesi fa.