Albisola, chiuso da 10 mesi il Museo della ceramica

Albisola Superiore è conosciuta dalla maggior parte delle persone come la Città della ceramica.
Questo grande privilegio è frutto di secoli di esperienze e laboriosità e appartiene pienamente alla cultura di questa popolazione.
Purtroppo notiamo che il Comune di Albisola Superiore non contribuisce come dovrebbe a rafforzare queste tradizioni che porterebbero lustro e, perché no, anche soldi alla cittadina.
Un esempio è quello legato al Museo della Ceramica Manlio Trucco,donato dall'omonimo noto artista (Genova 1884 - Albisola 1974), uno dei maggiori protagonisti della rinascita artistica albisolese degli anni Venti e Trenta del Novecento.
Il Museo è inagibile da oltre dieci mesi.
L'edificio, insieme a numerose importantissime opere d'arte, fu lasciato dall'artista al Comune di Albisola Superiore con l'espressa volontà di trasformarlo in un museo a beneficio degli artisti liguri.
Questo si legge sul sito del Comune di Albisola Superiore: «Si informa che così come disposto con deliberazione di Giunta Comunale n. 61/2005, il Museo resterà chiuso sino al termine dei lavori di ampliamento ed abbattimento barriere architettoniche, di cui al progetto seconda variante, approvato in linea tecnica con la suddetta deliberazione».
I lavori sono iniziati il 3 aprile 2006, la fine prevista era a giugno dello stesso anno, ma il Museo è ancora chiuso.
Da luglio a settembre si è tenuta: «Indisciplinata 2006 - Biennale di ceramica nell'arte contemporanea». La Biennale è stata allestita nel giardino e in una piccola parte del Museo (tra l'altro nascosta).
La città di Albisola, patria della ceramica, ha perso una buona occasione per fare bella figura e promuovere i suoi lavori nel resto del mondo. Si deve e si può fare molto di più per far crescere artisticamente e turisticamente la Città.
Anche per questo motivo è nata l'associazione culturale «Amici di albisola» (per info www.amicidialbisola.tk; 3460110915).