Alcol, attenti al bicchiere in più

Agli inizi degli anni Novanta si pensava che il vino rosso fosse un alimento particolarmente benefico contro problemi cardiaci grazie ad un componente, una molecola chiamata resveretrolo. Ma nel 1996 uno studio condotto ad Harvard su vino birra e alcolici in generale dimostrò che gli effetti benefici al cuore sono dati da tutte le bevande alcoliche, se bevute con moderazione, e quindi non solo dal vino rosso. Ora gli esperti ridimensionano l’entusiasmo della scoperta precedente, pur ammettendo che 1-2 bicchieri al giorno sono utili a tenere lontani i rischi di infarto, mettono in guardia dal cominciare a bere perché persuasi dai benefici in termini di salute.