Alda

Questo nome è una contrazione sia di Aldegonda che di Aldobrandesca. Quest’ultima è un santa di Siena, mentre di Aldegonda ce ne sono due, una di Maubeuge e una di Tronchiennes. Ma anche s. Alta di Pünchen è tavolta chiamata Alda. Tuttavia, il 18 ottobre viene ricordata s. Aldegonda (o Adelgonda) di Maubeuge, belga. Nacque forse a Cousobre nell’Hainaut, probabilmente verso l’anno 630. Suo padre si chiamava Gualberto e sua madre Bertilia. Aveva una sorella, Valdetrude, poi venerata anch’ella come santa. La sua condizione sociale le avrebbe permesso una vita agiata e piena di mondanità ma Aldegonda vi rinunciò per ritirarsi in eremitaggio. Tuttavia, la sorella le consigliò la vita comunitaria. Così, Aldegonda fondò il monastero di Maubeuge, di cui fu la prima badessa. Si sa di lei che ebbe un'intensa vita mistica, colma di estasi, visioni e miracoli. Morì di cancro nel 684 e fu sepolta a Cousobre. La data del suo trapasso è il 30 gennaio ma si festeggia anche la solenne traslazione del corpo, che avvenne un 18 ottobre nella chiesa capitolare di Maubeuge. Però c’è chi afferma che in quella chiesa ormai c’è solo la sua tomba, perché la reliquia è andata perduta durante la Rivoluzione francese per via della cassa d’argento che la conteneva. La santa è invocata contro il cancro e le malattie degli occhi. Talvolta viene raffigurata mentre attraversa, miracolosamente in volo, il fiume Sambre per sfuggire agli emissari del figlio di un re inglese, che avrebbe voluto sposarla per forza. In altre raffigurazioni una colomba le porta un velo, mentre scettro e corona giacciono ai suoi piedi.