Aldo Giovanni e Giacomo portano il teatro nei palasport

Partirà da Fabriano la tournée del nuovo spettacolo del trio

Carlo Faricciotti

da Milano

Dal teatro mancavano dal 1999, dai tempi di Tel chi el telùn, ma da sempre è nel loro cuore e dal febbraio 2006 saranno di nuovo in tournée. Aldo (Baglio), Giovanni (Storti) e Giacomo (Poretti) sono al lavoro, sotto la guida di Arturo Brachetti, in un luogo segreto, per mettere a punto il nuovo spettacolo, ancora senza nome, che debutterà ufficialmente il 3 febbraio al Palazzetto dello Sport di Fabriano (Ancona). A parte Milano (Teatro Smeraldo, 4 maggio) e Roma (novembre), saranno sempre palazzetti dello sport e simili ad accogliere il trio. Una strategia, ha spiegato ieri Paolo Guerra, produttore e sodale del trio, «decisa con grande rispetto del pubblico. Il palcoscenico sarà al centro dello spazio e gli spettatori, fino a 2.500 per sera, tutti attorno. Avremmo potuto creare uno spettacolo canonico, para-televisivo, ma sarebbe stato offensivo nei confronti degli spettatori. Anche la politica dei biglietti, da 40 a 20 euro, delle prevendite (il sovrapprezzo sarà al massimo di 2 euro) e delle riduzioni è stata studiata per favorire al massimo ogni fascia di pubblico».
Spettacolo ancora senza titolo, quello del celebre terzetto, ma già con una sua ossatura: «l’ambientazione sarà quella di un quartiere metropolitano tipico di una grande città del Nord, popolato da una galleria di “nuovi mostri“ come il fashion victim o il personal shopper di cui quasi ignoravamo l’esistenza, ma anche dalle vecchiette raggirate da due truffatori, da gallerie d’arte pretenziose, da vigili di quartiere con bizzarre preferenze per il verde... gli spunti sono quelli che si trovano nelle cronache dei quotidiani» illustra il trio. «I personaggi sono veri - aggiunge Brachetti, che nei prossimi tempi sarà costretto a dividersi tra questo spettacolo e il suo, al debutto il 22 ottobre a Milano - ma ricreati dalla magia della scena e soprattutto dall’unicità di Aldo, Giovanni e Giacomo, dalla loro capacità di improvvisare e di recitare all’unisono, come fossero una persona sola».
Se i fan del resto d’Italia dovranno aspettare l’anno prossimo, i milanesi, più fortunati, potranno «assaggiare» in anteprima lo spettacolo a partire da metà ottobre: «Una serie di serate al Superpiù Studio per non più di 250 persone - dicono i tre - Non lo show vero e proprio ma delle prove aperte, un laboratorio, fasi di avvicinamento. Il titolo di questo laboratorio sarà Non aspettatevi niente (Laboratorio comico con Aldo Giovanni e Giacomo e ospiti vari) e come ospiti, probabilmente, avremo Paolo Rossi, Raoul Cremona, Antonio Cornacchione, Max Pisu...». Non aspettatevi niente sarà organizzato in collaborazione con alcune associazioni di volontariato, cui andrà interamente l’incasso delle serate.