Alemanno: «Ad An serve un nuovo salto di qualità»

Il commissario domani presenta la candidatura a presidente

Sarà presentata domani all’hotel Nazionale la candidatura di Gianni Alemanno a presidente della Federazione romana di Alleanza Nazionale. Nel corso dell’incontro verrà anche presentato il documento programmatico «Cambiare i codici della politica: verso un nuovo partito partecipativo». Saranno presenti tra gli altri Fabio Rampelli, Silvano Moffa, Antonio Mazzocchi, Domenico Gramazio, Cesare Cursi, i consiglieri comunali Marco Marsilio, Vincenzo Piso e Sergio Marchi, i consiglieri provinciali Giorgio Benvenuti e Barbara Saltamartini. «Ad Alleanza nazionale serve un salto di livello nel modo di fare politica. Dobbiamo trovare gli strumenti per far vivere la militanza», ha detto ieri l’attuale commissario della federazione di An Alemanno nel corso di un incontro in vista del congresso provinciale del 2 e 3 marzo. «Un congresso che non deve essere vissuto come un fatto burocratico - ha detto Alemanno -. Dobbiamo confrontarci con chiarezza e costruire un momento di partecipazione partendo dalle difficoltà di questi mesi. Negli anni passati abbiamo vissuto un periodo molto fortunato nel Lazio. Prima con l’elezione di Silvano Moffa e poi con quella di Francesco Storace. Poi le cose sono andate all’indietro. Dobbiamo capire quali sono stati gli errori per non ripeterli. E il primo è legato proprio alla funzione del partito». E intanto ieri «Blocco sociale», che raggruppa alcuni circoli cittadini di An, annuncia una raccolta di firme «per una candidatura alla guida della Federazione romana. Sicuramente una donna, giovane, coraggiosa e militante».