Alemanno, asse politico con Sarkozy

«Lavoriamo di più per guadagnare di più». Era uno degli slogan utilizzati da Nicolas Sarkozy per la sua campagna elettorale in Francia, uno dei punti cardine del programma che ha portato il candidato dell’Ump alla guida dell’Eliseo. Ora, lo stesso slogan sarà utilizzato anche da Gianni Alemanno, nella sua sfida per il Campidoglio. Anche perché il partito del presidente francese appoggerà la corsa del candidato del Popolo della Libertà, condividendone la strategia di azione e le priorità previste dal programma. Certo, realtà diverse quella francese e quella italiana, ma l’idea comune è «la riabilitazione del lavoro» come asso vincente.
L’appoggio dell’Umt francese al candidato a sindaco del Pdl è stato ufficializzato ieri pomeriggio. In una location davvero d’eccezione, il Tempio di Adriano, davanti a numerosi cronisti, Alemanno ha incontrato Thierry Mariani, segretario alle relazioni internazionali del partito di Sarkò. «Abbiamo un’importante testimonianza della nuova amministrazione francese, che ha intrapreso riforme sul versante del mercato del lavoro» spiega Alemanno. «Il tema centrale è lo slogan di Sarkozy “Lavoriamo di più per guadagnare di piu”, ovvero sposare il reddito con la produttività, ed è questa la nostra stessa idea».
In nome di questo gemellaggio politico, il prossimo 2 aprile l’ex ministro di An andrà a Parigi per incontrare il ministro del Lavoro francese, e il neoeletto segretario di Stato della Regione Capitale Christian Blanc, «scelto per implementare l’area territoriale di Parigi con idee molto simili alle nostre». Alemanno ricorda infatti, che nel «Patto per Roma», siglato sabato scorso con Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini, c’è anche l’idea di creare il distretto «Roma Capitale».
Finora il rapporto tra Parigi e Roma, è stato per lo più di natura storico-culturale, con un paragone tra le due città, come denuncia Alemanno, «sempre deludente», perché i risultati sono diversi. «Esisteva un protocollo firmato tra Prodi e Veltroni - ricorda il candidato a sindaco - per realizzare entro 100 giorni la legge su Roma Capitale ma è rimasto lettera morta. Andrò a Parigi per vedere ciò che si può portare di buono qui. La capitale francese, in tema di servizi ha fatto grandi salti in avanti e questo nonostante (...)
SEGUE A PAGINA 46