Alemanno: "Una via per Craxi e Almirante"

Nel suo intervento durante la prima seduta del consiglio comunale della capitale il sindaco ha sottolineato la necessità di "superare gli schemi della prima Repubblica", dedicando una strada ai grandi politici del passato, dalla destra alla sinistra, compresi Berlinguer e Fanfani

Roma - La capitale deve avere una via intitolata ad Giorgio Almirante ma anche ad Amintore Fanfani, Enrico Berlinguer, Bettino Craxi. Lo ha detto il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, nel suo intervento durante la prima seduta del Consiglio comunale in aula Giulio Cesare. "Ha suscitato scalpore il fatto che si parlasse di dedicare una strada a Giorgio Almirante. A Roma c’è una via dedicata a Lenin e penso sia doveroso dedicarne una ad Almirante, Berlinguer, Craxi e Fanfani", ha detto Alemanno. "Bisogna dare un segnale chiaro ai cittadini - ha detto il sindaco - e superare gli schemi della prima Repubblica".

Rivoluzione conservatrice "Vogliamo dar vita a una rivoluzione conservatrice perchè solo essendo consapevoli della propria identità si ha la forza di integrare le altre". Lo ha detto il sindaco di Roma Gianni Alemanno durante il suo discordo nella prima seduta del consiglio comunale. "Faremo di tutto per servire i cittadini - ha aggiunto - cercheremo di stare in mezzo a loro. Viva Roma, viva l’Italia, viva l’urbe eterna".