Alemanno e lo stornellatore

Nino ha 83 anni e un figlio disabile di 40. Sfrattato qualche tempo fa è stato ospite in una pensione a Centocelle a spese del Comune. Oggi il Comune di Roma gli ha consegnato le chiavi. Nino è un volto popolare della Roma trasteverina. Da sempre, lì, Nino si guadagna da vivere suonando e cantando i celebri stornelli romani nei locali più noti. Era contento Nino, ieri. Era contento perché «caro me costa» andare a lavorare. Centocelle è troppo lontana da quel Trastevere che è sempre stato la sua vita. Ora Gianni Alemanno, sindaco della capitale da qualche mese, gli ha consegnato le chiavi della nuova casa e glielo ha motivato: «Un riconoscimento alla sua arte».