Alemanno tra Papa, Roma e famiglia

Campidoglio, fascia tricolore e un posto in paradiso. Da Trinità dei Monti alla Trinità e basta, il sindaco di Roma Gianni Alemanno stringe nuovi patti con il suo corrispettivo Vaticano. E con il Suo Superiore. Già, perché in questi giorni la sua potrebbe essere definita la Sacra Romana Amministrazione. Prima l’annuncio che il 9 marzo Papa Benedetto XVI interverrà ad una seduta straordinaria del consiglio comunale ad undici anni dalla visita di Giovanni Paolo II; poi, la nascita di un nuovo gruppo civico. Nessun apparente legame tra i due fatti, se non fosse che il gruppo consiliare (in cui confluiscono un esponente dell’Idv e uno del Pdl) si chiama «Amore per Roma» e si rifà a tre valori cardine: «Dio, Patria e Famiglia». Insomma, sul Campidoglio sventolano valori cattolici. Perché Roma è città eterna e bisogna guadagnarsi l’Aldilà.