Alemanno rinuncia alle vacanze e torna Il Pd: «Siamo con lui»

CUTRUFO «Nella capitale risiedono almeno sessantamila famiglie abruzzesi»

Immediato, doveroso rientro dalle vacanze per il sindaco Gianni Alemanno. L’arrivo, previsto per questo pomeriggio, permetterà al primo cittadino di poter seguire da vicino le operazioni di assistenza alla popolazione abruzzese, «approntate - ha fatto sapere Alemanno - in maniera tempestiva anche dalla polizia municipale e dalla protezione civile romana».
Ieri mattina, a nome di tutti i romani, ha parlato il vicesindaco Mauro Cutrufo. Visibilmente commosso Cutrufo ha fatto notare che nella capitale risiedono regolarmente più di sessantamila famiglie abruzzesi, «cittadini romani a tutti gli effetti e ai quali esprimo il mio profondo dolore». «Il Comune di Roma - ha aggiunto il vicesindaco - sta facendo la sua parte. Già dalla notte scorsa, assieme alla Protezione civile, ha attivato le procedure per affrontare l’emergenza e mettere a disposizione personale e mezzi, alcuni dei quali già partiti come un primo contingente della polizia municipale».
Cutrufo ha anticipato lo stanziamento «nonostante un bilancio difficilissimo», di «un milione di euro in favore dell’organizzazione dei soccorsi in Abruzzo». «In settimana - ha concluso - partiranno poi un centinaio di uomini tra vigili urbani e personale della protezione civile. Tutte persone che hanno esperienza e hanno operato quando ci fu il terremoto ad Assisi».
Nel frattempo il presidente della commissione capitolina sicurezza Fabrizio Santori ha assicurato che la macchina del Comune sarà impegnata 24 ore su 24 per garantire anche nei prossimi giorni la sicurezza nelle scuole e negli uffici pubblici. Ma anche «per tutelare il patrimonio archeologico della città e per ricevere segnalazioni in merito a stabili privati che hanno subito delle pericolose ripercussioni». «Allo stesso tempo - ha aggiunto - è importante sottolineare l’enorme impegno profuso da parte dei dipendenti comunali e dalla polizia municipale allo scopo di garantire la serenità di tutti i romani, così come avvenuto in merito all’evacuazione di otto appartamenti in via Andrea Doria. Inoltre, la giunta Alemanno ha già stanziato un milione e 100 mila euro come aiuti alla popolazione abruzzese». Un impegno economico, questo, molto apprezzato dall’opposizione capitolina. «Bene questo primo impegno di un milione e 100 mila euro da parte del Comune di Roma in sostegno alle città abruzzesi colpite dal sisma di questa notte - ha commentato il capogruppo capitolino del Pd, Umberto Marroni -. Come Partito democratico capitolino abbiamo concordato con l’assessore Castiglione un rapido passaggio in consiglio comunale per l’approvazione di altri stanziamenti: in questo momento è infatti necessario che tutte le istituzioni facciano la loro parte senza divisione di colore politico».
In serata poi, una nota inviata al sindaco dal presidente dell’Acer Eugenio Batelli, ha annunciato la «piena disponibilità dei costruttori romani a mettere a disposizione del Comune di Roma attrezzature e mezzi d’opera per supportare le iniziative della città a favore delle zone dell’Abruzzo colpite dal sisma». Di sicuro serviranno.