Alessandro Magno morì avvelenato dalle acque dello Stige

Alessandro Magno sarebbe morto avvelenato dalle acque dello Stige che scorre nel Peloponneso. A far luce sulla morte dell’eroe macedone sono la storica Adrienne Mayor e la tossicologa Antoinette Hayes. Analizzando le descrizioni dell’agonia del condottiero (forti dolori all’addome, febbre altissima e perdita della parola) le scienziate hanno riscontrato singolari somiglianze con gli effetti di un potentissimo veleno, la calicheamicina, prodotta da un batterio contenuto nelle rocce dello Stige.