Alfa Giulietta è «Auto Europa» In evidenza i valori delle 4 ruote

FirenzeA Firenze, per la seconda edizione di «Viva l’Auto», appuntamento organizzato dalla Uiga (Unione italiana giornalisti automotive), le cugine d’Oltralpe hanno dovuto rimanere a guardare. Il premio «Auto Europa 2011», nell’edizione dei 25 anni, è infatti andato a un modello di casa nostra, quella Alfa Romeo Giulietta che porta complessivamente a cinque i successi del Biscione, già davanti a tutti nel 2009 con la sportiva compatta MiTo. La Giulietta è rimasta sino all’ultimo celata sotto un telo argentato ed è stato solo quando il podio ha iniziato a comporsi, con la Peugeot Rcz sul gradino più basso, e la Ds3 della Citroën su quello intermedio, che i tempi si sono fatti maturi per l’annuncio della vincitrice.
In precedenza sul palco della premiazione erano transitati altri nomi legati più o meno direttamente al settore della mobilità, come Fondazione Ania (sicurezza stradale), partner della kermesse fiorentina, insignita per il costante lavoro di informazione e sensibilizzazione per una guida responsabile. La scena è stata quindi monopolizzata dai modelli che si sono aggiudicati i riconoscimenti a corollario del Premio Auto Europa 2011. Il portale Autoscout24, anch’esso tra i sostenitori di «Viva l’Auto», ha indicato nella Ferrari 458 Italia il modello più «cliccato» dagli internauti. La supercar del Cavallino ha fatto il suo ingresso nella sala allestita per la cena di gala mentre un orgoglioso Marc Gené, arrivato da Maranello a rappresentare il marchio emiliano, analizzava, interrogato in merito, le possibili varianti in gioco in questo finale di Campionato del mondo di Formula 1, con l'incognita Corea ancora da affrontare e poi due piste che almeno sulla carta non dovrebbero nuocere alle speranze iridate di Fernando Alonso: Brasile e Abu Dhabi. Arval e Dekra Revisioni hanno indicato per il rispettivo riconoscimento la Fiat Punto Evo e la Opel Corsa D, la prima come modello più gettonato nel segmento delle flotte aziendali, la seconda perché risultata la meno affetta da guasti e irregolarità. Mezzi meccanici, quindi, ma anche uomini.
Il Premio alla Carriera è stato assegnato dalla Uiga a Gianni Filipponi, direttore generale di Unrae, ovvero l’associazione incaricata di rappresentare i costruttori esteri che operano sul suolo italiano. Nelle motivazioni che hanno accompagnato la consegna del riconoscimento si parla, tra l’altro, «dell’impegno in questi anni non facili a salvaguardare l’immagine del settore automobilistico, spesso oggetto di attacchi strumentali». Dulcis in fundo la proclamazione e la premiazione relativa alla Giulietta, fiammante nella sua livrea rossa, con Giorgio Gianuzzi (responsabile stampa di Alfa Romeo) a ritirare la gigantesca tartaruga di cristallo del venticinquennale di Auto Europa.