Alfano: "Non processate la Guzzanti sul Papa"

Il ministro della Giustizia rivela di non voler concedere ai pm l'autorizzazione a procedere per vilipendio del Papa nei confronti dell'attrice per le frasi pronunciate l'8 luglio scorso a Roma in Piazza Navona: "La stagione delle riforme impone di
spegnere i focolai e di non appiccare nuovi incendi"

Milano - Il ministro della Giustizia Angelino Alfano ha annunciato in apertura del suo discorso all’Università Cattolica di Milano, che non autorizzerà i pubblici ministeri a procedere nei confronti di Sabina Guzzanti per l’ipotesi di vilipendio del Papa al No Cav Day che si è svolto l’8 luglio scorso in piazza Navona a Roma.

"Nonostante il parere favorevole sulla procedibilità - ha spiegato Alfano - nei confronti di Sabina Guzzanti, ho deciso di non concedere l’autorizzazione ben conoscendo lo spessore e la capacità di perdono del Papa che prevalgono alle offese stesse". Il ministro della Giustizia ha quindi aggiunto che la decisione è stata presa anche perché "la Guzzanti si è assunta le responsabilità di ciò che ha detto. La stagione delle riforme impone di spegnere i focolai e di non appiccare nuovi incendi".