Alga tossica a Lerici, turisti all’ospedale

Alberto Vignali

da Lerici (La Spezia)

È stata una giornata di allarme quella vissuta lungo la costa spezzina dopo che l'altra sera una dozzina di persone, al ritorno dal mare, avevano accusato malesseri e problemi di respirazione. Due si erano anche recati al pronto soccorso. E tutti avevano fatto il bagno nelle acque di Tellaro. Immediato l'allarme per la presenza dell'alga tossica, la stessa che solo poche settimane fa ha creato problemi nel genovese.
L'Arpal ha eseguito una serie di controlli, uno è relativo anche a lunedì scorso e gli altri sono stati eseguiti ieri pomeriggio, così dopo un vertice in Comune a Lerici un vertice alla presenza degli esperti, è stato deciso di non sospendere la balneazione nel tratto di mare interessato.
Secondo le analisi il problema si è certamente verificato, ma non con livelli «inquinanti» e non vi sono rischi per i bagnanti.
I due turisti che l'altra sera si erano recati al pronto soccorso dell'ospedale S. Andrea della Spezia, accusando sintomi come bruciore alla gola e respiro affannato, gli stessi segnali della Ostreopsis ovata (l'alga comparsa sul litorale genovese nelle settimane scorse) sono stati dimesse.
«Questa alga - ha detto Enzo Secco, responsabile del dipartimento di prevenzione dell'Asl 5 della Spezia - si trova nelle nostre acque fin dal 2000. Per ora la situazione è sotto controllo e ulteriori provvedimenti saranno presi solo dopo aver monitorato i casi e i sintomi dei malesseri».
Al momento, quindi, nessun divieto di balneazione è stato disposto per le acque di Tellaro, ma resta comunque un tratto di mare sotto osservazione. Troppe le segnalazioni di bagnanti per trascurare la questione. Nei prossimi giorni continueranno i controlli dell'Arpal e dell'Asl nelle acque interessate dal fenomeno.
«La presenza dell'alga non è legata a fenomeni di inquinamento marino, - si legge in un comunicato congiunto di Asl, Arpal, Capitaneria, istituto zooprofilattico di Piemonte, Liguria, Valle d'Aosta e Comune di Lerici - nel nostro caso (17 punti di controllo nel Comune di Lerici) il monitoraggio ai fini della balneazione (un campione ogni 15 giorni) ha evidenziato una situazione ottimale, anche nel campionamento del 21 agosto. Tutti gli enti coinvolti stanno operando in sinergia per monitorare la situazione e per una attenta sorveglianza».