«Alice nella città» a caccia di sogni

In anteprima, «Steamboy», cartone giapponese e «La storia del cammello che piange»

Alessandra Miccinesi

Alice nell’Auditorium delle meraviglie, con qualche trasferta al cinema Embassy, che ospiterà i matinée per le scuole e la cerimonia di premiazione. Diventa grande il festival di cinema e letteratura per ragazzi, «Alice nella città», che si svolgerà dal 23 al 30 maggio. Molti gli appuntamenti ideati per gli spettatori under 18 che potranno scegliere tra la mostra che re-interpreta le fiabe di Adersen, realizzata da noti fumettisti internazionali, e l’omaggio alla figura del maestro tradotta nel cortometraggio «Il cinema insegna. Scene di maestri e professori», a cura di Giovanni Galavotti. E poi proiezioni di film, conferenze, letture, incontri con autori, registi, e scrittori (Gianni Minà, Federico Moccia, Luca Lucini, Roberto Faenza, Francesco Munzi).
Patrocinato dagli assessorati alla Cultura della Provincia e del Comune con la Regione Lazio, il festival ideato da PlayTown si fregia anche del simbolo Unicef per sottolineare la garanzia di investimento sull’infanzia. Proprio ai più piccoli è dedicato questo festival: seicento i giovani giurati tra gli 8 e i 18 anni che assegneranno i premi per il miglior lungometraggio, miglior corto e miglior corto scuole. Tra le dieci pellicole in concorso spicca «Tu devi essere il lupo», opera prima di Vittorio Moroni. Ma a dare battaglia al film italiano ci saranno fra gli altri «Turtles can fly» (il 26, alle 10.30 all’Embassy) dell’iracheno Barman Godasi, girato nei campi profughi curdi, e il francese «The Giraffe’s neck» (il 23 alle 10.30 all’Embassy). Cinque le anteprime cinematografiche. Tra queste una menzione particolare merita il cartoon nipponico «Steamboy» di Katsuhiro Otomo, il 25 in Sala Petrassi alle 21. Per festeggiare il bicentenario della nascita dello scrittore danese Hans Christian Andersen, poi, sono previste molte iniziative: dalla presentazione del libro «La favolosa vita di H.C. Andersen» di Hjortis Varmer e Lillian Progge, all’anteprima del film «Young Andersen» di Rumle Hammerich. Per quanto riguarda la sezione letteratura, saranno presentati fra gli altri «Tema in classe» di Antonio Skàrmeta e «Tre metri sopra il cielo» di Federico Moccia.
L’ingresso è gratuito. Info prenotazioni 06/97606186.