Alimentari No di Cadbury alla nuova offerta di Kraft

Il colosso alimentare statunitense Kraft Foods ha formalizzato, senza modificarne i termini, l’offerta sulla britannica Cadbury, che già l’ha bocciata due mesi fa, trasformando in questo modo il progetto di acquisizione in un’operazione ostile. Invariata la risposta del consiglio d’amministrazione di Cadbury, che ha nuovamente respinto, definendola «derisoria», l’offerta di circa 11 miliardi di euro presentata dal gruppo statunitense. Per il presidente della società britannica, Roger Carr, anche la seconda offerta di Kraft «non riflette, neanche da lontano, il valore reale del gruppo», che ha recentemente rivisto in meglio le sue previsioni di crescita. Rispetto all’ultima quotazione della scorsa settimana, l’offerta di Kraft valuta Cadbury 717 pence per azione, circa il 6% in meno della quotazione attuale. Peraltro, essendo un’offerta mista in contanti e azioni Kraft, la proposta attuale risulta più bassa rispetto a quando era stata avanzata in maniera informale, dato che nel periodo trascorso le azioni del gruppo Usa hanno subito flessioni.