Alimenti sicuri, la Svizzera spiega le 5 regole chiave

Il 7 e l'8 ottobre al Padiglione svizzero di Expo due giornate dedicate alla food security con l'Atelier del cioccolato

Due giornate speciali dedicate al tema della sicurezza alimentare, il 7 e 8 ottobre al Padiglione svizzero di Expo Milano 2015, organizzate in collaborazione con l'Oms - Organizzazione Mondiale della Sanità.

Evento che prevede, tra l'altro, una versione speciale dell’Atelier del cioccolato, dove i partecipanti potranno scoprire i segreti di produzione del cioccolato svizzero e i cinque punti chiave per creare un cioccolato in linea con gli standard di qualità e di sicurezza alimentare indicati dall’Oms: l’importanza della pulizia delle mani, la separazione degli alimenti cotti da quelli crudi, la cottura ottimale degli alimenti, la giusta temperatura del cibo, l’utilizzo di acqua e di materie prime di provenienza sicura.

I messaggi integreranno la campagna Oms Quanto è sicuro il tuo cibo?. Durante il workshop, il pubblico potrà partecipare al dibattito con esperti del settore e al quiz finale con la possibilità di vincere dei premi.
La Svizzera presiede dal 2014 la Commissione del Codex Alimentarius, un organismo internazionale a cui aderiscono 185 paesi del mondo che definisce gli standard di sicurezza nella nutrizione e nell’alimentazione, grazie all’impegno della presidente Awilo Ochieng Pernet, giurista svizzera esperta sui temi dell’alimentazione umana e della food security.

La Svizzera è co-fondatrice del Codex Alimentarius, il sistema di norme di validità internazionale per la salute dei consumatori creato dall’Oms e dalla Fao all’inizio degli anni Sessanta e rappresenta uno dei capitoli più importanti nell’ambito della sanità pubblica, con grande impatto anche sul commercio internazionale.
Una sicurezza che riguarda l’applicazione delle misure sanitarie e fitosanitarie, come le biotecnologie, i pesticidi, gli additivi alimentari, la presenza di agenti contaminanti negli alimenti o di allergeni.

All'evento, oltre a Awilo Ochieng Pernet che parlerà del ruolo delle istituzioni negli standard di qualità e di sicurezza alimentare delle fave di cacao e del latte in linea con le norme del Codex, parteciperanno Françoise Fontannaz Chief technical officer Oms, Simone Magnino responsabile Istituto zooprofilattico sperimentale della Lombardia e delll’Emilia Romagna e Marco Jermini direttore del Laboratorio cantonale e chimico cantonale di Bellinzona.