Alinghi conquista l’Act 9 Male Luna Rossa, solo sesta

Antonio Vettese

da Trapani

Il vincitore è sempre lo stesso, si chiama Alinghi, questa volta ha vinto l'Act 9 Louis Vuitton e il campionato del mondo classe Iacc edizione 2005. Dietro di lui Bmw Oracle che dopo la cura Dickson sembra correre più deciso. Bmw Oracle, nato dalla ricetta di Bruce Farr secondo cui le regate si vincono di bolina, ha conquistato gli stessi punti della barca svizzera nelle fleet race con una vittoria e quattro secondi posti, ma proprio per questo ha dovuto cedere ad Alinghi vincitore tre volte il primato. Dietro gli americani al terzo posto i neozelandesi, poi gli spagnoli di Desafio che hanno vinto l'ultima regata. Con il quinto posto arriva il primo concreto acuto di Shosholoza, che con il nuovo tattico americano Dee Smith ha ritrovato la giusta rotta verso le boe. Il fronte degli italiani è scomposto. Luna Rossa in queste ultime giornate di vento non era lei, ha infilato numerose brutte figure e in classifica è solo sesta proprio dietro i sudafricani e appena davanti a +39 che mantiene la sua posizione. Mascalzone Latino Capitalia è decimo con l'unica luce di un quarto posto di giornata. Come era stato evidente con l'Act 8 di match race i valori sono sempre più vicini e questo rende il gioco più duro e difficile.
Con le regate di Trapani si conclude l'esperimento di Ac Management di portare gli sfidanti fuori dal golfo di Valencia. L'anno prossimo infatti si regata solo in Spagna con un programma intenso a cavallo del mese di maggio ma senza trasferte, a meno che non intervengano novità poco probabili. I sindacati tornano alle basi. Alinghi inaugura la propria nei prossimi giorni e anche Luna Rossa sta completando quella nata da un'idea di Renzo Piano: le pareti del cubo sono fatte di vele.