Alinghi ora ha paura. I kiwi sul 2 a 1

New Zealand, in vantaggio di oltre 300 metri, fa un errore ammainando il gennaker, perde un prodiere in mare e si fa sorpassare. Ma poi rimonta nell'ultima spettacolare bolina

Valencia - Una regata incredibile, fantastica, quella di ieri tra Alinghi e New Zealand. I «kiwi», gli sfidanti, hanno vinto con un vantaggio di 25 secondi portandosi sul 2-1. Non hanno dominato ma sfruttato gli errori di Alinghi. La giornata è iniziata con una lunga attesa: troppa onda e poco vento, poi l'esperto direttore di regata Peter Reggio ha alzato le bandiere di procedura un minuto prima del tempo massimo. Dopo la partenza Alinghi si è ingarbugliato in un lungo lato verso sinistra, anche i dilettanti ieri avrebbero scommesso sulla destra. Infatti il suo ritardo alla boa di bolina è di oltre un minuto. La regata sembra chiusa, i kiwi avviati verso una comoda vittoria. Invece anche loro sbagliano, impigliano il gennaker nelle scotte del genoa. Navigando molto bene Alinghi ottiene il sorpasso prima della seconda boa di bolina. Nella discesa verso il traguardo Alinghi sbaglia ancora, lascia liberi gli avversari scegliendo di navigare in separazione. New Zealand non aspettava altro e arriva al traguardo con un comodo vantaggio.