Alitalia, altro stop di Sdl: 4 marzo blocco di 24 ore

Dopo lo sciopero del 19 gennaio, che era stato un mezzo flop, il sindacato intercategoriale ci riprova: la protesta riguarderà l'intero territorio nazionale con esclusione dello scalo di Bologna interessato da un altro sciopero a livello locale

Roma - Dopo lo sciopero di 4 ore del 19 gennaio in Alitalia, «non avendo avuto alcun riscontro positivo da parte aziendale», SdL intercategoriale ha indetto un nuovo sciopero, questa volta di 24 ore, per il 4 marzo prossimo. Insomma, l'intercategoriale ci riprova dopo il mezzo flop della prima protesta contro Cai, annunciato una fermata di ben 24 ore.

Lo stop - spiega il Sindacato dei lavoratori in una nota - sarà dalle 00:01 alle 24, ed interesserà l’intero territorio nazionale, escluso lo scalo di Bologna interessato da altro sciopero locale, e riguarderà tutto il personale Alitalia: piloti, assistenti di volo e personale di terra.

L'Sdl spiega che le motivazioni dello sciopero sono le stesse che hanno riguardato la precedente azione di lotta: condizioni di lavoro pesantissime ed assolutamente lontane da quelle di qualsiasi altra compagnia aerea europea; criteri di assunzione del tutto lasciati alla discrezionalità aziendale; migliaia di cassaintegrati e precari senza lavoro in presenza di un sotto-organico più che evidente; chiusura alle proposte di soluzioni che prevedano anche la riduzione dell’orario di lavoro per ampliare l’occupazione. Sdl ribadisce la «disponibilità al confronto con la controparte e al tempo stesso la determinazione nel perseguire i nostri obiettivi sindacali di tutela di tutti i lavoratori Alitalia».