Alitalia, Cai inizia a pagare i costi Ma si aspetta l’ok dell’Antitrust

I conti di Alitalia adesso li paga Cai, ma resta l’attesa per la decisione dell’Antitrust: per questo il termine dell’offerta è stato prorogato al 4 dicembre. Lo ha spiegato ieri il commissario straordinario, Augusto Fantozzi, ai microfoni di Radiorai. «Da oggi (ieri, ndr) 1 dicembre, c’è l’assunzione degli oneri economici da parte di Cai - ha detto - e da oggi iniziano i pagamenti della Compagnia aerea italiana; da oggi i creditori di Alitalia possono stare tranquilli perché il costo del volo è a carico di Cai». L’unico rinvio «riguarda difficoltà tecniche per il closing», che è stato spostato al 12 dicembre, quindi il passaggio delle consegne avverrà il 13. Nuovi problemi sul fronte dell’accordo sul prezzo? «No, no no, assolutamente: c’è un’offerta accettata che stabilisce un prezzo assolutamente chiaro, 1.052 miliardi; ci sono termini e modalità di pagamento convenuti». Per il decollo operativo occorrerà però aspettare con tutta probabilità la prima metà di gennaio.
L’accordo «ricognitivo e integrativo», concluso dopo l’incontro tra Fantozzi e l’ad di Cai, Rocco Sabelli, proroga il termine stabilito per l’esecuzione del contratto al 4 dicembre a causa del «mancato avveramento» al 30 novembre 2008 dell’ottenimento del nullaosta dell’Antitrust e del parere del Monitoring trustee europeo e prevede il «closing» con la stipula dell’atto di cessione per il 12 dicembre. Fino ad allora, i soldi verranno dalle casse di Alitalia (che al 31 ottobre disponevano di 229 milioni di euro) ma dovranno essere poi rimborsati da Cai mentre, e questo è un altro dei punti previsti nell’accordo, qualora dovesse slittare anche il termine del 12, le risorse necessarie all’attività della compagnia verranno fornite direttamente da Cai. Quanto ai tempi del decollo della Nuova Alitalia, sembra ormai da escludere che questo avvenga prima di metà gennaio.
Ma ora «i piloti stanno per ricevere le lettere di assunzione» da Cai, ha detto il commissario straordinario, che ieri sera ha incontrato a Milano il presidente della Sea, Giuseppe Bonomi. Per quanto riguarda i voli, però, il ritorno alla normalità è ancora lontano. «Fatta ferma l’assoluta sicurezza abbiamo preferito ridurne il numero per dare certezza agli utenti» ha detto ancora Fantozzi. Da registrare, infine, la smentita da parte del presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, di un possibile ritiro dalla cordata Cai: «Su Alitalia la mia posizione è nota sin dall’inizio e la mantengo». Nei giorni scorsi il presidente dell’Autorità garante del mercato, Antonio Catricalà, aveva assicurato di essere pronto a deliberare non appena ricevuta copia del contratto di acquisizione di Air One e i nuovi assetti sociali di Cai dopo l’aumento di capitale.