Alitalia Condannata a reintegrare pilota licenziato

«Comportamento antisindacale». La nuova Alitalia-Cai è stata condannata dal giudice del lavoro di Civitavecchia a reintegrare un comandante licenziato perchè reo di aver criticato la compagnia con alcune e-mail inviate ai colleghi, attraverso l’indirizzario riservato del sindacato piloti Anpac. Stefano Zanolli, 44 anni, all’Alitalia dal 1987, torna dunque alla cloche degli Md 80, dopo essersi visto troncare il rapporto di lavoro il 20 aprile 2009. Il giudice Sigismina Rossi ha ammesso il ricorso dell’Anpac in base all’articolo 28 dello Statuto dei lavoratori, respingendo la tesi dei legali di Alitalia, che avevano invece contestato la legittimazione del sindacato. Il comandante aveva criticato Cai-Alitalia con tre mail inviate ai colleghi attraverso l’indirizzario dell’Anpac; l’azienda, che diceva di averle ricevute anonimamente, le aveva ritenute causa sufficiente per il licenziamento. Ma il giudice ha stabilito che l’interruzione del rapporto di lavoro era avvenuta sulla base di documentazione acquisita illegittimamente, e quindi ha ordinato il reintegro.