Alitalia, Enac: "Gli aerei sono pieni solo al 40%"

Voli pieni solo a metà. Lo ha illustrato, nel corso di una conferenza stampa, il direttore generale dell’Enac, Silvano Manera. &quot;I voli Alitalia - ha spiegato - hanno coefficienti medi di riempimento giornaliero del 40%, contro un break even del 75%&quot;<br />

Roma - Aerei Alitalia semivuoti. A contribuire a questo calo dei passeggeri per l’ex compagnia di bandiera anche l’incertezza creata dalla situazione di instabilità della stessa Alitalia e della crisi economica, che porta ad una mancanza di fiducia nel brand. Lo ha illustrato, nel corso di una conferenza stampa, il direttore generale dell’Enac, Silvano Manera. "I voli Alitalia - ha spiegato - hanno coefficienti medi di riempimento giornaliero del 40%, contro un break even del 75%".

"Non adeguata comunicazione ai passeggeri" Manera ha poi spiegato che l’Enac osserva "con più preoccupazione l’andamento di Alitalia. Per gli altri vettori la situazione è meno negativa e per questo abbiamo fatto un richiamo a non alzare i prezzi". Dunque i voli in questo ultimo periodo sono stati riempiti solo per la metà. "L’incertezza", per la situazione Alitalia e per la crisi economica, "determina - ha continuato Manera - un calo della fiducia dei consumatori su un dato brand commerciale". Per il direttore generale dell’Enac, parte del problema è anche "la non adeguata informazione e comunicazione ai passeggeri" sullo stato dei voli.

Spinetta: "Riunione proficua"
Lo ha detto il presidente di air france-klm, jean-cyril spinetta, all’uscita dallo studio legale Bonelli erede pappalardo dopo la riunione con i vertici di cai su alitalia. "Sono i primi colloqui" ha aggiunto spinetta precisando che oggi non è previsto un comunicato da parte del gruppo francese. Spinetta era accompagnato dal direttore generale della compagnia, pierre-henri guorgeon, che gli succederà come numero uno esecutivo di air france-klm dal primo gennaio. La delegazione francese era arrivata a milano nella prima mattinata.