Alitalia, in gara Air France e Air One

Parigi rompe gli indugi: offerta per acquistare la compagnia italiana e piano di rilancio "compatibile" con quello dell'ad Prato: "Entrate nel gruppo più grande mondo". No di Lufthansa. Il piano di Toto: "Pareggio conti nel 2009". In corsa anche la cordata Baldassare 

Parigi - Air France-Klm presenta un’offerta per acquistare Alitalia. "La invitiamo a entrare nel primo gruppo aereo mondiale" spiega una nota. Air France-Klm ritiene che Alitalia "grazie al partenariato e agli investimenti del gruppo franco-olandese potrà sviluppare un piano industriale" in linea con quello elaborato dall’ad Prato. "Air France-Klm conta sull’impegno e appoggio del personale della compagnia, il progetto prevede dapprima la riconquista del mercato nazionale italiano". Per portarla a buon fina "Air France-Klm conta sull’impegno e appoggio del personale della compagnia italiana che sarà associata ai frutti della crescita della loro compagnia e del gruppo". Air France KLM precisa che «un gran numero di destinazioni europee e intercontinentali saranno proposte da e verso Roma Fiumicino, che sarà organizzato in hub come Roissy e Schipol. Numerosi collegamenti saranno inoltre assicurati da e verso Milano con una migliore qualità in modo da rispondere meglio ai bisogni della clientela affari sul lungo e medio raggio. Secondo Jean-Cyril Spinetta, presidente del gruppo franco olandese, questa "importante tappa del consolidamento europeo si iscrive nel rispetto degli equilibri economici e finanziari del gruppo e in particolare di un ritorno sui capitale impiegati (Roce) dell’8,5% , post imposte, alla fine degli esercizi 2009/10". Air France sottolinea infine che "a questo stadio il suo passo non impegna giuridicamente nessuno dei candidati". Oggi si chiude il termine per presentare offerte per Alitalia.

No di Lufthansa Lufthansa non presenterà un’offerta per Alitalia. "Lufthansa ha deciso di non presentare un’offerta per il 49,9% di Alitalia ancora in mano al Tesoro italiano a tutela dei propri conti economici e dei rating sul debito". Lo ha annunciato una portavoce della compagnia tedesca, i cui titoli azionari, subito dopo la pubblicazione della notizia, sono tornati in territorio positivo: i mercati non vedevano di buon occhio un'operazione giudicata "rischiosa". Air One, invece, presenterà la sua offerta all'advisor Citi. La compagnia è assistita da un pool di banche guidate da Intesa SanPaolo. Intanto Alitalia corre in Borsa: +6% dopo l’offerta di Air France-Klm.

Il piano di Toto Ap Holding, che detiene Air One, ha presentato un’offerta non vincolante per Alitalia che prevede, tra l’altro, oltre 4 miliardi di euro di investimenti e il pareggio dei conti già nel 2009. Nel core banking group, fanno parte Intesa Sanpaolo, Morgan Stanley, Nomura e Goldman Sachs. Il piano quinquennale 2008-2012 prevede il risanamento e il rilancio della compagnia, che diventerà il quarto vettore europeo, raggiungendo il pareggio già nel 2009 e l’utile nel 2010. Il progetto prevede investimenti complessivi nell’arco di piano di oltre 4 miliardi di euro, in gran parte destinati al rinnovo della flotta di medio raggio. Ulteriori investimenti saranno realizzati per gli aerei di lungo raggio. L’Italia, si legge sempre nella nota, potrà così mantenere la sua Compagnia di bandiera con i due hub intercontinentali di Roma Fiumicino e Milano Malpensa e con un network focalizzato sui collegamenti dall’Italia verso il mondo e dal mondo verso l’Italia.

Baldassarre: offerta nonostante l'esclusione "Abbiamo presentato una offerta, ci consideriamo ancora in gioco". L'ex presidente della Corte Costituzionale e della Rai, Antonio Baldassarre, spiega così di voler ancora partecipare alla privatizzazione di Alitalia come rappresentante di una cordata, e di aver quindi presentato una manifestazione di interesse non vincolante entro la scadenza di oggi. La cordata non era tra i tre candidati indicati da Alitalia (Air France, Lufthansa, e Air One) come interlocutori nella fase che si è chiusa, oggi, con la presentazione di offerte non vincolanti da parte di Air France e Air One. La compagnia aveva comunicato il 7 novembre, dopo una riunione del consiglio di amministrazione, di essere "nell'impossibilità di eseguire le valutazioni almeno preliminari in merito alla presenza in capo alla cordata in via di formazione rappresentata da Antonio Baldassarre dei requisiti necessari per partecipare al progetto" di privatizzazione della compagnia. Una decisione contestata dalla cordata guidata dal giurista Baldassarre che, presentando comunque una offerta, ritiene di poter rientrare in gioco.

Il Cda di Alitalia ha preso atto delle tre offerte Oltre Air France-Klm e AirOne, ha deciso di valutare anche l'offerta della cordata Baldassarre nonostante la precedente esclusione. Il cda si riunirà "presumibilmente la prossima settimana per individuare il soggetto con cui avviare un negoziato in esclusiva".