Alitalia, l'Ue avverte: "Valuteremo, non servono ricorsi"

La British fa sapere che vigilerà sulle leggi comunitarie per aiuti di Stato. Lufthansa: "Non ci sono trattative in corso". E Bruxelles promette di muoversi. Berlusconi: "Compagnia nuova in qualche mese"

Londra - British Airways vigilerà che si rispettino le leggi comunitarie sugli aiuti di Stato: lo ha ribadito oggi un portavoce della compagnia britannica, a proposito del "caso" Alitalia e del prestito di 300 milioni erogato dal governo. "Seguiremo da vicino la situazione - ha detto - per assicurarci che si rispettino scrupolosamente le linee indicate dalla Ue sugli aiuti di Stato".

L'Ue: "Non servono ricorsi" La Commissione europea non ha ancora ricevuto alcun ricorso formale da parte di Ryanair contro il prestito ponte concesso dal Governo italiano ad Alitalia ma "prende nota" delle intenzioni della compagnia aerea irlandese di opporsi alla decisione e ricorda di essersi già attivata sulla questione senza aspettare denunce formali. Lo ha affermato Michele Cercone, portavoce del commissario Ue ai Trasporti Jacques Barrot. "Al momento non abbiamo ricevuto formalmente il ricorso" di Ryanair, ha detto Cercone, "abbiamo letto gli articoli" sulla stampa e "prendiamo nota delle intezioni" della compagnia irlandese. In ogni caso, ha aggiunto il portavoce, "stiamo analizzando la questione senza aspettare ricorsi e la Commissione ha agito immediatamente per accertarsi della natura della misura" con cui è stato concesso il prestito di 300 milioni ad Alitalia.

Berlusconi: "Sarà nuova in qualche mese" "Spero che continuerà a volare", auspica il leader del Pdl, di Silvio Berlusconi. "Quando arriverà ad essere nuova? - si chiede il premier in pectore - Penso - è la risposta che si dà - nei tempi necessari, cioè in qualche mese. L’importante è che rimanga italiana".

Lufthansa: "Posizione immutata" La posizione di Lufthansa su Alitalia non è cambiata e non ci sono trattative in corso. Lo ha ribadito, illustrando i risultati del trimestre, il direttore finanziario Stephan Gemkow.