Alitalia, Prato: "Contatteremo gli interessati entro fine mese"

Saranno chiamati dall'advisor tutti coloro che hanno partecipato alla precedente gara. Nessuna notizia da Air France, Lufthansa si sfila. Il fondo Usa Tpg: "Siamo interessati e puntiamo sugli scali milanesi" 

Roma - Timidi passi verso la privatizzazione di Alitalia. Perché anche se al momento "manifestazioni di interesse non ne sono arrivate", il presidente della compagnia di bandiera, Maurizio Prato, ha anticipato che "entro il mese i potenziali soggetti interessati saranno contattati dall’advisor". Prato è stato avvicinato dai giornalisti all’uscita dal ministero dello Sviluppo economico, Pierluigi Bersani. Che ha dichiarato che l'incontro è durato solo "pochi minuti": "Abbiamo preso un caffè". Il numero uno di Alitalia ha aggiunto che i "soggetti" che saranno contattati dall’advisor sono "tutti quelli che hanno partecipato alla precedente gara e tutti gli altri soggetti che manifesteranno interesse". Ma "Per ora non è arrivata nessuna manifestazione d’interesse da parte di Air France", ha concluso Prato.

Uno spiraglio per Tgp Il fondo statunitense Tpg resta interessato ad Alitalia e ad andare a trattativa con la compagnia in via di privatizzazione. Lo si apprende da fonti vicine a Tpg le quali confermano che quando il fondo sarà chiamato dal numero uno dell’Alitalia, Maurizio Prato, o dall’advisor Citi esporrà il proprio progetto industriale. Parallelamente al dossier Alitalia, Tpg prosegue anche l’esame di quello della compagnia spagnola Iberia. A differenza del piano industriale predisposto dall’Alitalia che prevede un consistente taglio di voli sullo scalo di Malpensa, secondo indiscrezioni, il fondo di private equity punta a a valorizzare, tra gli altri, anche gli aeroporti milanesi.

Lufthansa si sfila La compagnia aerea tedesca Lufthansa ha escluso oggi qualsiasi trattativa per l’acquisto di Alitalia, sottolineando che l’ostacolo principale a un potenziale investimento sono le "condizioni" in cui versa il vettore. "Per noi non cambia nulla - ha detto un portavoce della Lufthansa -. Quello di Alitalia è un marchio molto noto e interessante, ma nelle condizioni in cui è adesso la compagnia aerea noi non siamo interessati a investire nella società".