Alitalia, via alla ricapitalizzazione

da Milano

Entro pochi giorni sarà siglato un accordo tra Banca Intesa e Deutsche Bank per la ricapitalizzazione di Alitalia. Lo ha detto il presidente e amministratore delegato della compagnia aerea, Giancarlo Cimoli, intervenuto a Rimini alla cerimonia di apertura del Meeting di Comunione e Liberazione.
«Non ci sono problemi fra le due banche. Credo - ha detto - che l’accordo fra i due istituti di credito verrà firmato già nei prossimi giorni».
Il numero uno di Alitalia ha poi risposto a numerose domande dei cronisti, come ad esempio sul paventato aumento delle tariffe aeree a causa dell’inarrestabile ascesa del prezzo del greggio: «No - ha risposto Cimoli - non ci saranno aumenti, non credo proprio».
E a proposito degli scioperi indetti dal Sult per il 30 e il 31 agosto, e soprattutto in seguito alle dichiarazioni del ministro Maroni (di sabato scorso, ndr) a favore del sindacato che il vettore non riconosce più come controparte, Cimoli ha tagliato corto: «Non abbiamo alcun contrasto con il governo».
Il titolare del Welfare, Roberto Maroni, infatti, sabato scorso aveva auspicato una richiesta di chiarimento da parte del governo ai vertici di Alitalia sull’esclusione della sigla sindacale. Com’è noto il Sult ha proclamato uno sciopero di 48 ore degli assistenti di volo - 30 e 31 agosto - nonostante i rischi di precettazione dopo che il presidente della Commissione di garanzia, Antonio Martone, aveva dichiarato l’illegittimità della protesta perché «in contrasto con le norme vigenti».
E proprio oggi Martone ha convocato Alitalia e sindacati per scongiurare «la paralisi del controesodo: punto sul dialogo come antidoto al blocco del trasporto aereo», ma ha sottolineato ancora una volta che lo sciopero è «irregolare e illegittimo, perché lede il diritto alla mobilità dei cittadini».
Bloccare l’Italia in pieno rientro nelle città - ha spiegato il presidente della Commissione di garanzia sugli scioperi - «è una decisione così grave che spero ancora in una revoca. Farò tutto ciò che è possibile per sbloccare questa situazione».