Alitalia: vicino l'intesa con Air France-Klm, quota del 25 per cento

L'intesa con il partner francese, che ha già in piedi da tempo con Alitalia un'alleanza commerciale, sarebbe alla fase ultimativa, affidata ormai ai rispettivi gruppi tecnici. Colaninno e Sabelli presidente e ad di AirOne

Roma - In dirittura d'arrivo l'accordo tra Alitalia e Air France-Klm. Si starebbero infatti definendo gli ultimi dettagli tecnici dell'accordo per l'ingresso della compagnia d'oltralpe con una quota che dovrebbe essere vicina al 25%. Confermando quindi indiscrezioni che si susseguono da settimane, l'intesa con il partner francese, che ha già in piedi da tempo con Alitalia un'alleanza commerciale, sarebbe alla fase ultimativa, affidata ormai ai rispettivi gruppi tecnici. "Salvo sorprese dell'ultim'ora, l'accordo dovrebbe essere ufficializzato intorno al 10 gennaio, ma il diavolo come si sa sta nei dettagli", osservano fonti vicini al dossier. Come anticipato più volte dai vertici di Cai, appena ieri dal vicepresidente Cai Salvatore Mancuso e dal responsabile corporate di Intesa Sanpaolo, Gaetano Micciché, l'accordo è alle ultime battute: l'alleato sarà già imbarcato al decollo della nuova Alitalia, il prossimo 13 gennaio.

Scende di 20 milioni di euro il debito del gruppo Alitalia, che al 30 novembre scorso segna un passivo di 1.228 milioni di euro. Lo segnala una nota in ottemperanza alle disposizioni Consob. Alla data, non sono comprese nell'area del gruppo Alitalia Servizi e Alitalia Airport. L'ammissione alla procedura di amministrazione straordinaria ha infatti 'cristallizzato' l'indebitamento della società. Inoltre, i 300 milioni di prestito deciso per decreto a giugno scorso "non sono inclusi nell'indebitamento finanziario in quanto - si spiega - ricorrendone i presupposti, sono stati portati a incremento del patrimonio netto".

Colannino e sabelli ai vertici AirOne Doppio incarico per Roberto Colaninno e Rocco Sabelli: Colaninno rivestirà la carica di presidente sia di Alitalia che di Air One, così come Sabelli sarà amministratore delegato sia di Alitalia che di Air One. Con il closing dell' operazione la compagnia di Carlo Toto è infatti da oggi diventata di proprietà di Cai. Sabelli si è recato oggi all'aeroporto di Fiumicino per verificare la regolarità dell'attività dopo i disagi delle scorse settimane causati dalle agitazioni sindacali. L'ad ha ringraziato personalmente gli addetti dei servizi a terra per lo smaltimento degli oltre 10.000 bagagli rimasti fermi in aeroporto. La mattinata di Sabelli è poi proseguita con una visita alla sede del gruppo Air One per prendere contatti con la squadra dei dipendenti. Intanto, si sta lavorando alla composizione del nuovo management della compagnia, nelle prossime ore dovrebbe essere individuato il direttore finanziario, proveniente probabilmente dal mondo bancario.