All’Aoyama un tesoro: 106 piatti del Sol Levante

I ristoranti giapponesi - più o meno buoni - sono ormai diffusissimi in città (e sempre di più, ve ne sarete accorti, sono gestiti dai cinesi). Ne abbiamo però scoperto uno in particolare che offre qualcosa in più, ovvero una saletta a parte per fumatori per la gioia di chi non sa rinunciare alle sigarette. L’Aoyama è aperto da un anno, è uno spazio curato e piacevole e offre ben 106 proposte di piatti diversi. Tra i più curiosi - vi risparmiamo i soliti sushi e sashimi per altro qui molto buoni - segnaliamo il negitoro maki (tonno con porro tritato); il tai no usuzukuri (carpaccio di orata); il chirashi zushi (ciotola di riso con pesce misto) e il kaki furai (ostriche fritte). Nel caso, avrete la possibilità di scegliere fra altre 102 alternative. La tipica «barca» per due con dentro di tutto un po', si aggira intorno ai 40 euro. Menu fissi da 8 a 12 euro solo a mezzogiorno, inclusi caffè e coperto. Prezzo medio 25 euro. Info: viale Montenero, 25. Tel/Fax 02 54123906. Si accettano carte di credito. È consigliabile prenotare, soprattutto durante il weekend.