Via all’assalto finale al campo di Al Qaida

L’attacco decisivo per mettere fine ai combattimenti in corso dal 20 maggio nel campo di profughi palestinesi di Nahr al Bared è cominciato nelle prime ore di ieri. Completato lo sgombero degli ultimi civili, dalle prime luci di ieri l’esercito libanese ha iniziato a bombardare senza sosta e da tutte le direzioni il campo alla periferia di Tripoli, occupato dal 20 maggio da milizie sunnite di Fatah al-Islam, legate ad Al Qaida. Mentre infuriavano i bombardamenti - testimoni hanno riferito di dieci colpi al minuto - sei soldati libanesi sono stati uccisi e altri nove sono rimasti feriti. Il bilancio aggiornato di 53 giorni di battaglia è di 202 morti, di cui 91 militari, almeno 68 guerriglieri e 43 civili. Il primo anniversario della guerra cade in un momento molto delicato per il Libano, sempre più diviso tra le forze filo-occidentali al governo e l’opposizione filo-siriana.