All’asta lettere inedite di Carducci

Va all’asta un gruppo di lettere autografe di Giosuè Carducci (1835-1907), alcune delle quali finora inedite. Saranno messe in vendita a Roma mercoledì prossimo dalla casa Bloomsbury durante un’asta di libri antichi e documenti autografi. Tre missive furono indirizzate dal futuro premio Nobel per la letteratura a Domenico Gnoli, poeta romano dalla vena romantica, bibliotecario capo della biblioteca Vittorio Emanuele II, tra il 1883 e il 1888. In una missiva del 1883 Carducci gli chiedeva il volume delle memorie di Goethe «ove è la Campagna di Francia», in un’altra del 1885 il poeta lo pregava di portar con sé «la raccolta di lettere autografe di Mazzini» curata «con molta fatica e industria».