All’attacco le vittime di preti pedofili: «Non sia santificato»

La rete internazionale dei sopravvissuti agli abusi sessuali da parte dei preti (Snap) ha chiesto che il processo di santificazione di Giovanni Paolo II sia rallentato ricordando che proprio durante il suo pontificato (1978-2005) sono stati commessi la maggior parte dei reati e i tentativi di insabbiamento del fenomeno.
La Snap ha quindi annunciato la distribuzione tra oggi e domani di volantini di sensibilizzazione sul fenomeno pedofilia davanti alle chiese di 70 città in sette Paesi: Usa, Belgio, Canada, Ecuador, Francia, Olanda e Australia. Intanto in Belgio lo scandalo dei preti pedofili continua a registrate nuovi sviluppi.
Dopo l’intervista choc in cui l’ex vescovo di Bruges, Roger Vangheluwe, ha ammesso di aver abusato di due suoi nipoti, il giudice istruttore Wim De Troy ha disposto il sequestro della cassetta con la registrazione della videointervista. De Troy sta indagando per verificare la sussistenza del reato di omissione di assistenza a persone in pericolo che potrebbero aver commesso i vertici della Chiesa cattolica belga.