All’Auditorium con Giorgia e Peter Cincotti

Questa sera insolito «unplugged» con la cantante romana Domani tocca al crooner americano

Fabrizio de Feo

È un weekend «grandi decibel» e «grandi voci» quello che va in scena all’auditorium Parco della Musica. Un doppio appuntamento con artisti dall’ugola potente e raffinata che si passeranno il testimone, attraversando il genere soul e il jazz più swingato e melodico.
Il primo live-act sarà quello, fissato per questa sera alle ore 21, di Giorgia e Ricky Fante, due grandi voci del soul italiano e internazionale, che terranno due set separati per poi riunirsi sul palco per alcune duetti mirati.
A distanza di 21 mesi dall’uscita di Ladra di Vento, Giorgia ritorna con diciotto brani contenuti in Mtv Unplugged Giorgia, il primo unplugged di Mtv Italia, registrato rigorosamente dal vivo durante le riprese del concerto di Milano dello scorso 29 aprile.
Oltre al contorno di qualche classico del soul e una serie di grandi successi di repertorio, il nuovo album contiene ben quattro inediti: Il senso, Credere, Veloce Giorgia e Infinite volte.
Quattro brani che consolidano il posizionamento artistico di Giorgia in una sorta di privilegiata area extragenere in cui il protagonista assoluto è il talento.
L’artista romana all’Auditorium presenterà una scaletta piena di sorprese grazie ai nuovi raffinati arrangiamenti in chiave acustica di una selezione di canzoni tratte dal suo repertorio. Sul palco, oltre che dalla sua band la cantante sarà accompagnata da un ensemble di 12 elementi e duetterà con la nuova voce del soul, Ricky Fante in I heard it through the grapevine. Fante regalerà agli spettatori romani la sua hit It ain’t easy e altri brani impregnati di soul tradizionale e di Memphis sound.
Domani sera, sempre alle 21 all’Auditorium, spazio a un’altra voce importante: quella di Peter Cincotti. Il ventunenne pianista-cantautore definito dal New York Times «un talento prodigioso», presenta in concerto il suo secondo disco On The Moon che segue l’album del 2003 intitolato con il suo nome.
La musica di Cincotti punta a un approccio eclettico che passa dal jazz al funk alle ballad più dolci.
Peter Cincotti è nato a New York l’11 luglio del 1983 dove ha iniziato a suonare il pianoforte a soli tre anni. Oggi, a soli 21 anni, il crooner di origine italo-americana è considerato uno dei grandi talenti mondiali dello swing.