Gli All Blacks furenti: «Spiati dagli inglesi»

da Londra

Nuova Zelanda ed Inghilterra ai ferri corti. In vista del test-match di rugby, in programma sabato pomeriggio nel tempio dei campioni del mondo, a Twickenham, le due parti non si risparmiano colpi e frecciate. Ieri è stata la volta di Graham Henry, il ct degli All Blacks, salire agli onori delle cronache accusando di «spionaggio» la controparte. Henry ha detto di avere visto due uomini camuffati filmare con una telecamera l'allenamento tenuto dai neozelandesi al Grasshoppers Rugby Club. «Siete in paranoia», ha tuonato Henry. «Evidentemente voi inglesi state prendendo questo match molto sul serio... Ho chiaramente visto due cameramen riprendere il nostro allenamento: evidentemente l'Inghilterra vuole acquisire più dati possibile sul nostro modo di giocare». Il portavoce della federazione inglese si è affrettato a respingere le accuse: «Tutto falso».