Gli All Blacks piegano l’Australia In finale ritroveranno la Francia

Auckland. A volte ritornano. Nuova Zelanda-Francia per il titolo mondiale e Galles-Australia per il 3° posto: le stesse finali di 24 anni fa. Anche gli All Blacks staccano il biglietto per l’atto conclusivo del mondiale di rugby. Lo fanno travolgendo l’Australia in 80 minuti a senso unico. Il derby del mar di Tasmania si vince con la pressione, con il possesso dell’ovale: i Blacks ci mettono appena 6 minuti a mettere il naso avanti, con una meta di Ma’a Nonu. L’assenza di Dan Carter non si nota neanche perché Aaron Cruden, il n.10 che ha preso il suo posto vive la sua giornata di grazia. E anche la difesa non fa passare neanche uno spillo. I calci di Piri Weepu (meno preciso del solito)e un drop dello stesso Cruden mettono il risultato al sicuro dopo appena 20 minuti . Finisce 20 a 6. E domenica la Nuova Zelanda ritroverà la Francia, già spazzata via nella fase a gironi, 37 a 17 sempre all’Eden Park.