Via all’eco tassa di PisapiaI milanesi contro l'Area C:"Il Comune ci ripensi"

Il ticket per l’ingresso in centro città diventa attivo fra 24 ore. <a href="/milano/il_contro_referendum_fa_pieno_firme_il_comune_ci_ripensi/15-01-2012/articolo-id=567060-page=0-comments=1" target="_blank"><strong>Il contro referendum fa il pieno di firme</strong></a>. Tutti i consigli per non perdersi nella giungla dei divieti

Milanesi e pendolari ai blocchi di partenza: domani prende il via Area C, il contestatissimo provvedimento anti traffico firmato dalla giunta Pisapia. A differenza di Ecopass, è bene ricordarlo, Area C è una congestion charge e quindi prevede il pagamento di un pedaggio di ingresso al centro storico, per tutti i veicoli che vogliano entrare indipendentemente dalla classe inquinante. Attenzione, però: l’accesso alla Cerchia dei Bastioni è vietata ai Diesel Euro 3 senza filtro, mentre è consentito (a pagamento) per i diesel Euro 3 con filtro antiparticolato di serie. La modifica «last minute» varata due giorni fa: 1200 veicoli per cui sarà necessario comunicare i dettagli al Comune. Così sempre venerdì palazzo Marino ha deciso di consentire l’accesso anche ai motorini più vecchi, gli Euro 0, fino a qualche giorno fa bloccati al confine. Tutte le moto e i motorini dunque possono entrare in area C gratuitamente.
Area C, istruzioni per l’uso: Area C, è attivo tutti i giorni feriali, da lunedì a venerdì dalle 7,30 alle 19,30. Per accedervi è necessario pagare 5 euro. Ingresso vietato ai mezzi diesel Euro 0, 1, 2, 3 senza filtro, benzina Euro 0 e mezzi di lunghezza superiore a 7 metri. Entrano gratuitamente moto e motorini, mezzi elettrici, veicoli ibridi, bifuel, a metano e GPL fino al 31 dicembre 2012. Fino al 31 dicembre potranno entreranno (su pagamento) anche i diesel Euro 3 di residenti, domiciliati, con box di pertinenza nella Cerchia dei Bastioni e mezzi per il trasporto cose per servizi di pubblica utilità e a favore delle residenze.
Sono esentati dal pedaggio «i veicoli utilizzati per il trasporto di persone affette da gravi patologie che richiedono terapie salvavita», malati cronici che devono curarsi in centro, enti e delle associazioni no profit che svolgono attività di assistenza a malati e soggetti fragili, i mezzi di invalidi, turnisti che lavorano in orari in cui non girano i mezzi.
Palazzo Marino ha stabilito anche tariffe differenziate per i residenti nella cerchia e per il traffico di servizio. I residenti hanno diritto ai primi 40 ingressi gratis, dal 41esimo dovranno munirsi di un tagliando da 2 euro. Attenzione, però: è necessario registrarsi sul sito dedicato (www.areac.it), al call center (800.437.437) e l’apposito ufficio comunale (ex Cobianchi, piazza Duomo 19/A – angolo via Silvio Pellico, dalle 9 alle 12.30 e dalle 14 alle 16.30). Assimilato ai residenti chi abita in un appartamento nella cerchia, i titolari di box o posti auto dentro area c. Suol tavolo delle trattative un tetto massimo di spesa per i residenti (250 euro) o l’anticipazione dell’orario per permettere loro di entrare senza pagare. Così il traffico di servizio, previa registrazione (oltre al sito, è a disposizione un ufficio del Comune in via T. Pini 1, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle ore 16.30, ha due possibilità: ingresso a 3 euro oppure a 5 euro con due ore di sosta gratuita nelle strisce blu.
Per non incorrere in sanzioni è necessario attivare Area C entro le 24 ore dall’ingresso, ma per i primi due mesi sarà possibile mettersi in regola entro e non oltre il 17 marzo. Tutti gli ingressi effettuati da domani al 16 marzo potranno essere saldati entro il 17 marzo.