«All’estero è diverso»

Giovane designer in arrivo da Taiwan, perfettamente inserito a Milano, una città che ama, Lin Hsin Yu spiega: «I cinesi residenti all’estero non seguono le regole stabilite dal loro governo sulla nascita: fanno quello che vogliono, spesso più di un figlio. Ben diversa la situazione nel mio Paese che condivide con l’Italia la natalità più bassa al mondo. Il governo taiwanese, per evitare questa drastica riduzione, sta cercando di incoraggiare il popolo a fare più figli, incentivando un minimo di 2 bebè a coppia. I motivi della crisi? Più o meno quelli degli italiani». Latitudini diverse, medesimi risultati.