All’Idroscalo la «Notte rosa dello sport»

Soprattutto: una piscina olimpionica. Con un progetto dedicato alla tradizione natatoria di Milano decolla «La notte rosa dello sport», da sabato 16 giugno alle 11 alle 17 di domenica, per dare il «la» all’estate dell’Idroscalo nella giornata dedicata allo sport. Presentata nel giardino della Provincia dal presidente Guido Podestà, da Cesare Cadeo, dall’assessore all’Ambiente Cristina Stancari e dal direttore della Gazzetta, Andrea Monti, la bella stagione del parco acquatico, che sta lavorando per un collegamento con l’hinterland tramite una metropolitana leggera, la nascita di un hotel in collaborazione con Sea, la costruzione di un residence universitario per un campus di studio unico in Italia, sarà uno sciame di iniziative.
«Serenità, sicurezza, arte e musica. Questo è l’Idroscalo. Un parco e un parto dedicato all’arte con sculture uniche, di artisti del calibro di Arnaldo Pomodoro. Ma soprattutto il futuro contenitore di una piscina olimpionica, perché è assurdo che una città come Milano non abbia ancora un centro acquatico degno della sua grandezza» ha detto il presidente della Provincia Guido Podestà. La notte del 16 è in rosa per accennare a diverse suggestioni. Una. «In questo spazio le donne dovranno sentirsi libere di nuotare e di prendere il sole senza sentirsi importunate, segno di civiltà molto importante» ha specificato Cesare Cadeo.
Due. Per il gemellaggio con la Gazzetta dello Sport. «Milano ha una vergogna. Dopo il crollo, il suo Palazzetto non è stato più ricostruito - ha sottolineato il direttore del quotidiano «rosa» più letto nel Paese - speriamo di rimediare a questo affronto con un impianto di nuoto d’eccellenza».
Tre. Sarà in rosa per l’energia profusa nelle manifestazioni dall’assessore Cristina Stancari. «Ringrazio Luciano Bonfiglio perché in questo momento di difficoltà economica generale ci ha donato lo spettacolo pirotecnico della notte di sabato. Anche il generale Pennino ci supporterà in questa inaugurazione con l’alzabandiera e la fanfara Alpina Ramera» ha spiegato l’assessore. Rosa è la dolcezza dell’acqua e di tutti i giochi e i passatempi che l’onda consente. Ventitré tipi di attività atletiche supportate da istruttori qualificati, venti delle quali aperte ai disabili. Una grande arrampicata!
Quattro. Rosa dell’amore. All’Idroscalo ci sarà una panchina su cui ognuno potrà lasciare su un libro il suo pensiero più delicato. I migliori saranno selezionati. Sarà indetto un concorso per racconti dedicati a questo luogo, da cui verrà tratta una sceneggiatura per un film, con «musiche di Mario Lavezzi» si è augurato Cadeo, annunciando il prossimo concerto del cantante. «Sapore di sale, sapore di mare». E’ la colonna sonora scelta in conferenza per questa spiaggia milanese, uno slogan tutto «beach» che già l’anno scorso il Giornale aveva sottolineato, dedicando proprio questo titolo, preso da una celebre canzone, all’Estate 2011 dell’Idroscalo. Vista la sinergia che tutti si sono augurati con la stampa, pare che tutti siamo pronti sul blocchetto di partenza.