All’incanto Cremona e De Nittis

In esposizione anche una «Testa di vecchio» del Tiepolo

Luciana Baldrighi

Dipinti e disegni antichi, ma anche arte moderna di prima qualità. È con queste due esposizioni - da ieri al 6 giugno (10-18.30) in via Olona 2 alla Casa d’aste Porro & C. - che amatori di dipinti e disegni antichi possono ammirare capolavori per la maggior parte inediti messi in asta martedì 6 giugno alle 17.30. Tra le opere più importanti di questo settore «Testa di vecchio» di Gian Battista Tiepolo (stima 40mila euro); «Città romana» di Vasari con la medesima stima e «Studio di teste» di Annibale Carracci (valutato 30mila euro).
Tornando invece alla pittura, un intenso ritratto di studioso di Lorenzo Lotto e un «Allegoria» di Giovanni Francesco Guerrieri, stimati singolarmente 300mila euro e 250mila euro. La prima opera ritrae un anziano studioso circondato da un incredibile natura morta di libri scomparsa per mezzo secolo a partire dall’occupazione nazista. Il secondo è una composizione che si pone a fianco del ciclo dipinto da Marco Antonio Borghese.
A questi capolavori si aggiunge la scuola lombarda, bergamasca, romana, toscana e napoletana: capricci, vedute, ritratti. Si arriva all’Ottocento con un quadro curioso di Carlo Arienti (Arcore, Milano 1801-1873) ma anche Mosè Bianchi, De Nittis, con un animata «Partenza di cavalli» eseguito a Milano e stimato 26mila euro. Splendida una «Donna al mattino che si lava» di Tranquillo Cremona, esponente della scapigliatura lombarda (80mila euro).