All’Olimpico un allenamento speciale

Nella calza della Befana della Roma c’è la solidarietà. Cancelli aperti questa mattina allo stadio Olimpico, dalle 8 alle 12, per assistere all’allenamento della squadra in vista della ripresa del campionato. L’«Epifania dei giallorossi» (inizio alle 11) prevede una partitella in famiglia, ma soprattutto servirà per sensibilizzare tifosi e non sul tema dell’emergenza sangue e sull’obiettivo dell’autosufficienza regionale.
Con questi scopi, visto il successo riscosso dalle due passate edizioni, si rinnova l’appuntamento con «Insieme alla Roma per donare la vita», giornata dedicata alla memoria di Luciano Fioravanti, il cognato prematuramente scomparso del presidente Franco Sensi.
Tutti i presenti, oltre ad assicurare il consueto sostegno alla squadra, saranno invitati a effettuare una donazione volontaria presso le quattordici sale prelievo allestite intorno allo stadio. Il tutto avverrà sotto la gestione e il controllo sanitario delle strutture ospedaliere aderenti all’iniziativa. Per dare il proprio contributo è necessario avere un’età compresa tra i 18 e i 60 anni, non bisogna avere assunto farmaci negli ultimi tre giorni e occorre presentarsi a digiuno (sono comunque ammessi un caffè o un thè).
Per promuovere l’iniziativa la Roma ha girato uno spot che, oltre a essere trasmesso sulle reti televisive locali, sta spopolando sul web. I giocatori, vestiti da alunni di una scuola elementare con tanto di grembiulino bianco, prendono in giro il secchione Panucci, si azzuffano e lanciano palline di carta verso Totti che «gioca» in porta. A guastare la festa arriva il maestro Luciano Spalletti.