All’Ottagono artisti e intellettuali per l’innovazione

I nnovazione. È questa la parola chiave dell'ottava edizione di «Milano Ottagono», la manifestazione che per 35 giorni porterà in Galleria Vittorio Emanuele incontri, spettacoli, approfondimenti e concerti. 135 appuntamenti che animeranno il «salotto buono» della città per 10 ore al giorno fino al 12 ottobre, per la prima volta tutti legati da un tema comune, l’innovazione appunto.
Un fil rouge che connetterà le più diverse aree di interesse: dalla musica alla comunicazione, dallo sviluppo del territorio al design, alla finanza. E, visto il soggetto cui è dedicata l’iniziativa, non potevano mancare le nuove tecnologie. Novità di quest’anno è il blog http://ottagono.blogosfere.it, pensato come luogo virtuale di scambio d’impressioni ed esperienze, dove poter vivere con video, foto, interviste e commenti gli appuntamenti in programma. L’evento è inoltre presente su Facebook, l’ultimo protagonista della rete.
Proprio l’intento di divulgare al grande pubblico le opportunità offerte dai progressi della tecnica è al centro di due cicli di incontri. Il primo, «Innovation Circus», si concentrerà sull’importanza di queste scoperte per migliorare la qualità della vita e la competitività del sistema economico. Il secondo, «Codice internet», vedrà l’esperto di web Marco Montemagno impegnato ad intervistare sull’argomento personaggi famosi.
Oggi alle 13.30 verrà poi presentato «Milano Mashup», un progetto ideato per dare ai cittadini la possibilità di esprimere idee e soluzioni. Per Mashup si intende infatti tutto ciò che risulta da una combinazione di dati provenienti da fonti diverse. I milanesi saranno chiamati a osservare la città e sperimentare nuovi modi e media per raccontarla in tempo reale. Un gioco che dal 20 settembre, per quattro sabati, vedrà i partecipanti costruire con i propri telefonini altrettante storie fatte di video e immagini fotografiche.
Meno ludiche, ma altrettanto interessanti saranno le tavole rotonde di «Innovaregione», organizzate proprio dalla Regione Lombardia per parlare di innovazione in campi come l’ambiente, l’istruzione, le infrastrutture e la sanità.
La cultura troverà spazio nella rassegna «ApertaMente», pensata e organizzata dallo scrittore e saggista Massimiliano Finazzer Flory, e non mancheranno momenti dedicati alla musica e alla comicità.
«Questa è un’occasione d’incontro non solo tra addetti ai lavori - ha dichiarato l’assessore al Decoro urbano, Maurizio Cadeo -, ma anche tra il mondo della cultura, della politica e i cittadini».