All Star Game, il meglio del volley in campo a Monza

È tutto pronto al PalaCandy di Monza per la sfida delle stelle del volley. Questa sera alle 20.30 il palazzetto brianzolo avrà l'onore di ospitare il diciottesimo All Star Game italiano, l'annuale sfida tra la Nazionale maschile, allenata da Andrea Anastasi, e la selezione dei migliori stranieri che giocano nel nostro campionato.
È la seconda volta in meno di sei mesi che l'Italvolley gioca al PalaCandy. Lo scorso 20 luglio il palazzetto monzese ospitò infatti l'incontro di World League contro Cuba. In quell'occasione gli azzurri trionfarono per 3-1, ma la vittoria fu inutile in quanto la squadra di Anastasi era ormai già fuori dalla Final Six. L'ottima accoglienza ricevuta dalla nazionale in quell'occasione si è però dimostrata determinante al fine di scegliere proprio Monza quale sede dell'All Star Game 2008.
Si prevedono scintille di bel gioco sullo speciale campo tricolore realizzato per l'evento perché, anche se si tratta di un'esibizione, nessuno dei fuoriclasse avrà voglia di sfigurare. Nonostante il campionato sia pienamente in corso, gli azzurri chiamati da Anastasi rappresentano davvero il meglio del volley tricolore: su quattordici convocati, ben dodici hanno partecipato al torneo olimpico dello scorso agosto a Pechino, dove la perenne caccia della pallavolo azzurra a un oro si è nuovamente arrestata in semifinale.
Dimenticata la delusione cinese e tornati al campionato, a Monza gli appassionati di pallavolo potranno vedere in azione i vari Vermiglio, Mastrangelo, Zlatanov, Cipolla, Fei e l'ex schiacciatore di Milano Matteo Martino. Insomma, il meglio del volley azzurro contro i più grandi rappresentanti della pallavolo straniera che giocano in Italia. Tra le fila del resto del mondo, Angelo Lorenzetti e Piero Molducci - i tecnici vincitori del premio di Lega 2007/08 - hanno chiamato fuoriclasse del calibro di Hubner, Swiderski, Omrcen, Nikolonov e, dulcis in fundo, Matey Kaziyski, considerato il migliore schiacciatore al mondo.
Ma, come nella natura di un appuntamento a metà strada tra sport e spettacolo, l'All Star Game non può certo rimanere confinato nell'ambito di una semplice partita, per quanto questa sia in grado di promettere colpi formidabili e un tasso tecnico d'eccezione. Lo spettacolo e le emozioni, infatti, inizieranno ben prima della gara tra i due sestetti di stelle. A partire dalle 20 azzurri e resto del mondo scalderanno mani e palloni cimentandosi nella sfida del Balloon Killer. Un misto di adrenalina e abilità nella quale i migliori attaccanti metteranno in mostra le loro abilità di cecchini in una prova che ne esalterà le doti di tecnica e potenza: si tratta di colpire sei bersagli posizionati sul rettangolo di gioco dai tecnici delle due formazioni, che dovranno studiare gli angoli e traiettorie più difficili da far centrare alla squadra avversaria.
Trascorso questo preambolo, alle 20.30 sarà l'ora della sfida vera e propria: tutti seduti ai propri posti a godersi lo spettacolo. Anche se sarà difficile rimanere davvero attaccanti ai sedili per l'intera durata del match perché, tra una schiacciata e l'altra, le note della P-Funking Band travolgeranno gli spalti del PalaCandy con la loro miscela esplosiva di funky e disco music. Che la festa abbia inizio.