Allarme bomba in via della Spiga. Paura, ma era un rifiuto

Considerato che ci troviamo in uno degli snodi più centrali della città e che il «pacco» sospetto emetteva un inquietante ticchettio, si capisce che ieri all'ora di cena nel Quadrilatero della moda commercianti e passanti si siano spaventati.

Siamo all'angolo tra via della Spiga e via Santo Spirito. Intorno alle 19 un carabiniere a piedi di pattuglia nella zona, durante il solito giro nota un oggetto abbandonato accanto a un cestino della spazzatura. Si rivelerà poi una piccola cassaforte mobile buttata via, con delle batterie e un congegno elettrico per la chiusura e l'apertura. Era il meccanismo a fare lo strano rumore, che ha allarmato diverse persone.

Sono intervenuti gli artificieri dell'Arma e l'area è rimasta transennata per circa un'ora per le operazioni di verifica. Sul posto anche i vigili del fuoco e un'ambulanza. Dopo un attento controllo gli esperti hanno deciso di «disarticolare» (smontare) l'oggetto con un cannoncino ad acqua. Per confermare che si era trattato di un falso allarme. Di certo in piena allerta terrorismo anche un rifiuto insolito può creare allarme e le forze dell'ordine svolgono accertamenti in tutti i casi. Come dimostra la vecchia autoradio lasciata a fine luglio su una banchina della metropolitana in Centrale, che ha tenuto la città col fiato sospeso per quasi due ore.

CBas