Allarme Brown: «La priorità è che il contagio non vada verso Est»

Il primo ministro britannico, Gordon Brown, ha detto che la priorità numero uno rispetto alla crisi finanziaria è prevenire un contagio in Europa orientale. «La nostra priorità numero uno, al momento, è fermare il contagio agli altri Paesi, inclusa l’Europa orientale, dove ci sono problemi che stanno venendo a galla e altre iniziative dovranno essere adottate», ha detto Brown, parlando prima di un incontro con il presidente francese, Nicolas Sarkozy. Sarkozy ha chiesto che il Fondo monetario internazionale abbia maggiori mezzi per sostenere gli Stati, «in particolare quelli emergenti. Il presidente francese, inoltre, ha proposto un incremento dei fondi destinati dai Paesi Ue agli aiuti d’emergenza, con l’obiettivo di portarli ad almeno 20 miliardi di euro da 12. «Proporrò il 7 novembre, e ne parlerò con Gordon Brown, che l’Ue, che dispone di liquidità per 12 miliardi per sostenere un certo numero di Stati, ottenga almeno 20 miliardi, per incrementare la capacità di rispondere alla crisi», ha spiegato Sarkozy.